Home Su

PROGETTI E LABORATORI

 

 

PROGETTO LINGUE 2000

Su

ESIGENZE E OBIETTIVI DEL PROGETTO

- Richiesta dei genitori:

- Esigenza degli alunni;

- Esigenza di continuità;

- Esigenza di fornire pari opportunità alle classi lA 2A 3A della scuola media;

- Arricchire e ampliare l’offerta formativa.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

- Scuola dell’infanzia

Cupramontano - 1 gruppo di bambini di 5 anni (17 unità)
- 20 lezioni di 1 ora ciascuna
- cadenza settimanale
- da novembre a maggio
- in orario curricolare
Staffolo - 1 gruppo di bambini di 5 anni (23 unità)
- 20 lezioni di I ora ciascuna
- cadenza settimanale
- da novembre a maggio
- in orario curricolare

- Scuola elementare

Cupramontana - 4 gruppi di bambini suddivisi per età (I ciclo);
- 33 lezioni di 1 ora ciascuna per ogni gruppo;
- cadenza settimanale
- in orario curricolare.
- da ottobre a giugno
Staffolo - 2 gruppi di bambini suddivisi per età (1 ciclo)
- 33 lezioni di I ora ciascuna per ogni gruppo;
- cadenza settimanale;
- in orario curriculare;
- da ottobre a giugno.

Scuola media Cupramontana

- classi 1A-2A-3A:

- 33 lezioni di 2 ore per ogni classe:

- cadenza settimanale;

- in orario aggiuntivo;

- da ottobre a giugno.

RISULTATI ATTESI

Metodologie proposte per la realizzazione del progetto.

Scuola dell’infanzia:

Inserire le varie attività nella quotidianità del bambino in stretta correlazione con il progetto educativo del gruppo-sezione.

Privilegiare le funzioni comunicative che fanno già parte del suo ambito lessicale e cognitivo.

Utilizzare videocassette e disegni.

Verificare le attività svolte attraverso giochi finalizzati all’uso del vocabolario acquisito.

Scuola elementare:

- Strutturare le attività in Unità Didattiche ciascuna delle quali rappresenta un ciclo minimo di apprendimento atto a sviluppare una struttura linguistica successivamente reintrodotta in contesti nuovi. Ogni U.D. viene suddivisa in più microlezioni in quanto prevede tre fasi:

Fase introduttiva di attivazione e animazione in cui si presenta la struttura principale con il relativo vocabolario mediante un breve dialogo illustrato basato su una reale situazione di comunicazione.

Fase di rinforzo per la memorizzazione da parte degli alunni che comprendende tre momenti:

a) correzione (individuale a livello fonetico e strutturale):

b) consolidamento;

c) sviluppo (espansione, creazione) tramite dialogo, drammatizzazione e altre attività.

Fase valutativa delle abilità acquisite (capacità di ascolto e comprensione, riproduzione suoni)

In ogni livello viene data priorità alla lingua in comunicazione orale e comunicazione reale.

Scuola media:

I criteri didattici seguiti utilizzeranno in prevalenza l’approccio comunicativo.

Le abilità linguistiche verranno sviluppate con esercizi e attività che mettano gli allievi in situazioni di comunicazione e saranno svolti a coppie o a gruppi.

Verrà data particolare importanza alle esercitazioni orali senza tuttavia tralasciare la lingua scritta, a livello sia di produzione sia di riconoscimento (avvio alla lettura).

A livello di riconoscimento le esercitazioni si proporranno di sviluppare la comprensione intensiva ed estensiva nell’ambito della lingua scritta e orale e comprenderanno una vasta gamma di modelli.

La capacità di comunicare verrà sviluppata negli allievi attraverso la simulazione di situazioni comunicative che richiedono un linguaggio informale o forme di cortesia.

Saranno curati lo studio della grammatica e del lessico, sia presentando gli elementi già introdotti, sia proponendo esercizi che ne aiutino la memorizzazione.

Lo studio della cultura e della civiltà verterà su aspetti della vita quotidiana e comprenderà l’organizzazione della vita sociale, le vacanze, il tempo libero, la scuola, le canzoni ecc...

Le verifiche saranno eseguite periodicamente al fine di controllare i progressi nell’apprendimento, il grado di assimilazione dei contenuti presentati e l’efficacia dell’insegnamento.

I criteri di valutazione sia della comprensione della lingua orale e scritta, sia della produzione della lingua orale e scritta, si baseranno, in sintonia con il metodo usato, sui criteri comunicativi. Sarà pertanto valutata la competenza raggiunta nelle quattro abilità di base: Ascoltare, Parlare, Leggere, Scrivere.

 

PROFILO DEI DOCENTI E DEGLI ESPERTI

Scuola dell’infanzia di Cupramontana e Staffolo: esperto esterno da nominare.

Scuola elementare Cupramontana e Staffolo: risorse interne ins.ti Franciolini Laura e Marasca M.Paola.

Scuola media Cupramontana: esperti esterni.

 

PREVENTIVO COSTI

Personale esperto esterno con contratto d’opera

per scuola infanzia Cupramontana £ 700.000

"                "          Staffolo        £ 700.000

Risorse interne scuola elementare

Cupramontana — Staffolo

Personale esperto esterno con contratto d’opera

per scuola media Cupramontana (per n. 3 corsi)                   £ 12.000.000

 

Beni di consumo:

Scuola infanzia Cupramontana                                        £ 350.000

Staffolo                                                                               £ 350.000

Scuola elementare Cupramontana                                    £ 600.000

"              "          Staffolo                                            £ 600.000

Scuola Media Cupramontana                                                   £ 600.000

Ore aggiuntive di progettazione e monitoraggio                        £ 455.700

Totale                                                                               £ 16.355.00

 

 

PROGETTO COMENIUS

Su

Apprendimento attraverso il paesaggio in dimensione europea

 

ESIGENZE E OBIETTIVI DEL PROGETTO

- Estendere le conoscenze degli alunni verso realtà scolastiche di altri popoli in Europa.

- Sviluppare e aumentare la conoscenza del proprio ambiente e di quello dei paesi partner privilegiandone gli aspetti storici, geografici culturali

 

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO E RISULTATI ATTESI

 

Le attività saranno diverse:

1) un progetto poster ‘La Nostra Europa»;

2) un giornalino europeo;

3) ricerca degli artisti nati nella nostra area o ispirati dal luogo nel quale viviamo;

4) una settimana europea;

Tale progetto si pone cinque obiettivi principali:

Dare a un vasto numero di bambini l’opportunità di produrre un articolo e condividerlo con le loro scuole partner.

Mettere in relazione eventi della loro località e dei paesi dei loro partner e del mondo.

Usare differenti tipi di tecnologie come strumenti.

Sviluppare pratiche di lavoro in cooperazione.

Trascorrere un giorno divertente ed eccitante.

Il prodotto dovrebbe essere un giornale realizzato con notizie raccolte e condivise tra i cinque paesi e confrontate in cinque modi diversi.

L’aspetto culturale del nostro progetto dovrà essere lo studio di artisti nati nella nostra area o che sono stati ispirati dalla nostra area (scrittori, pittori, musicisti). Questo dovrebbe condurre ad uno scambio del lavoro dei bambini tra i paesi partner (arte, musica, scritti, poesie). Per celebrare la fine ed il successo del Progetto Europeo si organizzerà simultaneamente "Una settimana Europea" in tutte le scuole partner. I tre anni di lavoro (due per l’Italia) saranno festeggiati e celebrati da tutta la comunità scolastica.

 

PROFILI DEI DOCENTI E DEGLI ESPERTI

Le insegnanti coinvolte appartengono ai gruppi-classi coinvolti:

- Area linguistica espressiva.

- Matematica.

- Area socio ambientale.

- Musica.

- Lingua inglese.

L’insegnante di lingua inglese si occupa delle traduzioni dei prodotti in partenza ed in arrivo;

- mantiene le relazioni tra i paesi partner;

- coordina il lavoro delle classi coinvolte;

PIANO DEGLI INCONTRI CON I RAPPRESENTANTI DEI PAESI PARTNER

6-7 novembre 2000: Lydney, Gran Bretagna, per pianificare dettagliatamente le azioni del progetto delineato.

 

marzo 2000: Tenerife per esaminare e valutare il progetto. Pianificare un nuovo possibile progetto Comenius (discussione metodologica).

PREVENTIVO COSTI

La B.D.P (Biblioteca di Documentazione Pedagogica), non ha ancora provveduto a indicare il budget finanziario definitivo per l’anno 2000/2001, esso oscilla tra i 1550 \ 2000 ecu.

Il preventivo sottoindicato è stato eseguito sui 2000 ecu pertanto potrà subire variazioni.

Viaggi insegnanti e soggiorno circa                                    £. 2.000.000

Materiali inclusi software                                                 £. 1.250.000

Audiocossette, videocassette, rullini fot., sviluppo                 £. 350.000

Spese spedizione materiale                                                   £. 270.000

Ore aggiuntive di progettazione, monitoraggio n° 70             £. 2.126.600

Totale                                                                              £. 5.996  .000

 

 

Scuola elementare "G. Umani"

PROGETTO EDUCAZIONE MOTORIA

Su

ESIGENZE E OBIETTIVI

Padroneggiare abilità motorie di base.

Partecipare alle attività di gioco e di sport rispettandone le regole.

DESTINATARI

Tutti gli alunni della scuola elementare.

TEMPI

In orario curricolare da novembre a maggio per 28 settimane.

RESPONSABILI

Insegnanti di modulo ed esperto designato dal comune.

COSTI

A carico del Comune la spesa per l'esperto.

VERIFICA

Consolidamento e affinamento degli schemi motori di base.

Sviluppo di comportamenti relazionali positivi.

Conclusione dell’attività’ con saggio finale.

 

 

CORSO DI NUOTO

Su

OBIETTIVO

Corretto sviluppo neuro \ muscolare, psicologico ed educativo.

DESTINATARI

Tutti gli alunni delle classi quinte della scuola elementare di Cupramontana.

LUOGO

Piscina comunale di Moie di Maiolati.

TEMPI

Aprile \ Maggio 2001     8 lezioni per classe

Giorni: martedi’ e mercoledi’ ( 10,20 \ 12,20 )

RESPONSABILI

Esperto di nuoto e l‘ insegnante di educazione motoria operante nel modulo

COSTI

L 35000 per alunno (in base al progetto: "LA TUA PISCINA NELLA TUA SCUOLA" realizzato in collaborazione con il C.I.S. si richiede il contributo finanziario dell’ Amministrazione comunale).

VERIFICA

Saggio finale e consegna di attestato.

 

 

Scuola Elementare "G. Umani"

PROGETTO DI EDUCAZIONE AL SUONO E ALLA MUSICA

Su

OBIETTIVI

Ascoltare, analizzare e rappresentare fenomeni sonori e linguaggi musicali.

Esprimersi con il canto e semplici strumenti.

Avvio all'uso del flauto dolce.

Musica e movimento.

DESTINATARI

Tutti gli alunni del plesso.

SPAZI

Aule scolastiche.

TEMPI

In orario curricolare per 28 settimane.

 

INSEGNANTI RESPONSABILI

Insegnanti di modulo affiancati dall’esperto designato dal Comune.

COSTI

A carico del Comune la retribuzione dell'esperto.

A carico dell'Istituto l'acquisto degli strumenti £ 1.000.000.

VERIFICA

Saggio finale

 

 

PROGETTO MUSICA E MOVIMENTO

Su

OBIETTIVI

Relazionare musica\gesto\movimento.

Attivare positivamente le relazioni interpersonali.

DESTINATARI

Alunni della 5A\B.

SPAZI

Aula scolastica o spazio utilizzato per l'educazione motoria.

TEMPI

Orario curricolare per un totale di 12h per classe.

INSEGNANTE RESPONSABILE

Gagliardini Anna Pierina affiancata da esperto.

COSTI

Nessun costo a carico dell’Istituto.

VERIFICA

Capacità di accompagnare con il movimento brani musicali diversi.

Capacità di relazionarsi con gli altri.

 

 

SCUOLA ELEMENTARE" G.UMANI "CUPRAMONTANA

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

Su

FINALITÀ’

Educazione a un corretto e responsabile comportamento in strada.

OBIETTIVI

Riconoscere i segnali stradali.

Conoscere i principali articoli del codice stradale.

Sapersi orientare nell’ambiente urbano con senso di responsabilità rispettando le norme che regolano il codice stradale.

 

DESTINATARI

Tutti gli alunni del plesso.

MODALITÀ’ D’INTERVENTO

Lettura del codice stradale mediante la segnaletica.

Creazione di disegni illustrativi.

Proiezione di diapositive.

Visite didattiche per:

1) uso pratico della segnaletica;

2) simulazione degli alunni a vigili urbani;

 

VERIFICA

Prova pratica con la bicicletta per gli alunni di 4a e 5a in percorsi costruiti dai vigili urbani.

Test per il rilevamento delle conoscenze acquisite.

OPERATORI COINVOLTI

Alunni, insegnanti, vigili urbani, dipendenti comunali.

MATERIALE

Apposita segnaletica.

Schede diagnostiche.

Diapositive.

Biciclette.

COSTO DEL PROGETTO

A carico del Comune.

REFERENTI

Vigili urbani: Francesco Spedaletti.

Insegnante: Torelli Lina.

 

 

SCUOLA ELEMENTARE DI CUPRAMONTANA 

SCUOLA MEDIA DI STAFFOLO

 

PROGETTO RECUPERO

Su

OBIETTIVI

Recuperare le abilità linguistiche e logico-matematiche di base.

FASI OPERATIVE

Utilizzo delle ore di compresenza per la formazione di gruppi di livello.

PROPOSTE PER LA REALIZZAZIONE

Quadro orario dei gruppi classe.

Costruzione e somministrazione di prove iniziali per la definizione dei livelli.

Definizione degli obiettivi di competenza da recuperare.

Definizione delle metodologie.

Prove di verifica in itinere e finali.

RESPONSABILI

Insegnanti dei gruppi classe secondo il quadro orario depositato in segreteria.

COSTI

Beni durevoli: per acquisto di materiale strutturato e informatico                       £ 600.000

Materiale di consumo: carta, cartoncini bristol, inchiostri per stampanti, toner    £ 500.000

Componenti d'arredamento: acquisto di sedie.

Totale                                                                                                             £ 1.100.000

 

 

SCUOLA ELEMENTARE STAFFOLO

PROGETTO "EDUCAZIONE MOTORIA"

Su

ESIGENZE

· Distogliere il bambino dal condizionamento televisivo.

· Promuovere lo sviluppo generale delle capacità relative alla motricità.

· Saper riutilizzare anche in ambito extrascolastico le pratiche ludiche e presportive potenziate.

· Sviluppare la dimensione affettiva, morale e sociale dei bambini.

 

OBIETTIVI

· Migliorare la percezione e la conoscenza del proprio corpo in rapporto allo spazio ed al tempo.

· Promuovere lo sviluppo delle capacità relative alle funzioni senso-percettive.

· Consolidare e affinare, a livello concreto, gli schemi motori statici e dinamici.

· Favorire la socializzazione attraverso attività di gioco e di sport nel rispetto delle regole.

· Sviluppare le capacità motorie in situazioni espressive e comunicative.

 

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

· Collaborazione di due operatori esterni specializzati.

· Periodo: novembre — giugno.

· Ogni operatore seguirà tre gruppi classe con un intervento settimanale di un’ora e trenta minuti per ogni gruppo.

 

RISULTATI ATTESI

Soddisfare il bisogno di movimento di ogni bambino, veicolando attraverso esso la crescita motoria, psicologica e di relazione.

Riscoprire il gioco come espressione corporea.

Accrescere il desiderio di autoaffermazione di ciascun bambino nel rispetto delle altrui identità.

 

PREVENTIVO COSTI

Retribuzione degli operatori specializzati: a carico dell’Amministrazione Comunale.

Allestimento spettacolo di fine corso                                                                     £ 500.000

 

 

SCUOLA ELEMENTARE STAFFOLO

PROGETTO "EDUCAZIONE MUSICALE"

Su

 

ESIGENZE

Allo scopo di favorire concrete e autentiche esperienze di incontro con la musica e di sensibilizzare precocemente l’intera popolazione scolastica, la scuola elementare propone, in concerto con la "Banda musicale — Città di Staffolo", un progetto di alfabetizzazione musicale e strumentale.

OBIETTIVI

· Suscitare emozioni attraverso l’ascolto e la produzione.

· Acquisire competenze specifiche relativamente all’espressione vocale e alla produzione sonora e strumentale.

· Favorire concrete e autentiche esperienze di incontro con la musica.

· Promuovere relazioni tra gli esseri umani attraverso il linguaggio universale della musica al di là delle barriere linguistiche, di spazio e di tempo.

· Consolidare atteggiamenti e rapporti positivi.

· Sviluppare comportamenti collaborativi nell’esecuzione corale.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Collaborazione di un operatore esterno specializzato.

Periodo: novembre — giugno.

Intervento settimanale per ognuno dei sei gruppi classe della durata di un’ora.

RISULTATI ATTESI

Decodificare una semplice partitura musicale.

Eseguire brani musicali utilizzando strumenti a percussione e flauto dolce.

Partecipare a "spettacoli" con canti ed esecuzioni musicali.

PREVENTIVO COSTI

Retribuzione dell’operatore specializzato: a carico dell’ Amministrazione Comunale.

Acquisto di strumenti musicali ritmici e flauti: £500.000.

Allestimento spettacolo di fine corso: £500.000.

 

 

SCUOLA DELL’INFANZIA di CUPRAMONTANA e di STAFFOLO

GIOCARE INSIEME IN PISCINA

Su

MOTIVAZIONE

Avviare il bambino a una prima familiarizzazione con l’acqua.

Favorire la scoperta e l’esplorazione di spazi ricreativi e sportivi a disposizione nel territorio che favoriscono un arricchimento sia sotto il profilo ludico che cognitivo.

DESTINATARI

I bambini di 5 anni.

RESPONSABILI DELL’ATTIVAZIONE

Le insegnanti del gruppo di 5 anni.

Istruttori della piscina.

Collaborazione dei genitori per assistenza spogliatoi e bordo piscina.

OBIETTIVI

Scoprire altri utilizzi dell’acqua.

Prendere confidenza con l’elemento acqua.

Sviluppare la coordinazione motoria .

Scoprire la senso-percettività acquatica del galleggiamento.

ATTIVITA’

Giochi preparatori in sezione.

Attività motoria finalizzata.

MATERIALI

Costume, ciabatte, asciugamano inviati dalle famiglie.

Cuffia, tavoletta fornite dalla piscina.

 

ORGANIZZAZIONE

45 minuti di attivita’ per ogni gruppo di 12.

15 minuti di ed.fisica negli spazi appositi.

30 minuti di attivita’ in acqua a gruppi di 6.

TEMPI

8 o 12 lezioni.

Periodo maggio – giugno.

Partenza ore 9 ritorno ore 12.

1° gruppo dalle 10 alle 10.45.

2° gruppo dalle 10.45 alle 11.30.

COSTI

La spesa è a carico delle famiglie per un costo di £. 4.000 circa a lezione.

Diploma, cuffia, saggio finale, sono a carico della piscina

Costo totale di un corso per ogni bambino      £.5.000 x 8= £ 40.000.

 £.5.000 x 12= £ 60.000.

 

TRASPORTO

A carico dell’amministrazione comunale.

 

VERIFICA

Le competenze di base raggiunte saranno verificate nell’ultima lezione, tramite l’osservazione di un piccolo saggio.

 

 

SCUOLA DELL'INFANZIA DI STAFFOLO E CUPRAMONTANA

PROGETTO ACCOGLIENZA

Su

ESIGENZE E OBIETTIVI

Bisogno di sicurezza e accettazione .

Esigenza di stabilire rapporti positivi con gli adulti e gli altri bambini.

Esigenza di esplorare spazi e materiali.

Superamento dei problemi relativi al distacco.

Trovare un ambiente sereno e accogliente.

Conoscere i compagni e le figure che operano nella scuola e si occupano dei trasporti.

Conoscere e utilizzare materiali.

Orientarsi nello spazio e nel tempo.

RILEVAZIONE DELLE ESIGENZE

Incontri con genitori e bambini fatti a giugno e a settembre.

ARTICOLAZIONE E FASI OPERATIVE DELL‘ACCOGLIENZA

Primo approccio dei bambini con l ‘ ambiente scolastico e con le insegnanti nel mese di giugno.

Predisposizione di spazi e materiali.

Inserimento differenziato dei nuovi iscritti.

Flessibilità dell‘orario e compresenza delle insegnanti.

 

RISULTATI ATTESI

Sereno inserimento.

Piacere di venire a scuola.

Frequenza regolare.

Rapporti positivi interpersonali.

TEMPI

Settembre – dicembre 2000.

PREVENTIVO COSTI

Plesso di Cupramontana                                    £ 1.000.000

Plesso di Staffolo                                            £ 1.000.000

Per acquisto di giochi, sussidi audiovisivi.

 

 

SCUOLA DELL’INFANZIA di CUPRAMONTANA

LABORATORIO LINGUISTICO

Su

MOTIVAZIONE:

Dare al bambino, la possibilità di trovare in uno spazio attrezzato, il materiale e l’atmosfera che favoriscano l'attenzione ai processi linguistici.

Attuare dei percorsi di lingua orale e di concettualizzazione della lingua scritta.

DURATA

Tutto l’anno scolastico.

Tutti i giorni nella propria sezione.

A giorni alterni nello spazio biblioteca.

DESTINATARI

Tutti i bambini della scuola suddivisi in piccoli gruppi.

RESPONSABILI

Tutte le insegnanti del plesso in orario scolastico.

OBIETTIVI

Sviluppare la capacità di prestare attenzione e di comprendere i messaggi verbali di adulti e compagni.

Produrre storie.

Usare la lingua orale per giochi linguistici.

Sviluppare la capacità di stabilire una corrispondenza tra simbolo e significato in contesti diversi.

Comprendere e produrre successioni e sequenze di immagini.

Favorire i processi di anticipazione di significato.

Favorire l’accostamento del bambino al codice scritto.

SPAZI

Da attrezzare con l’ausilio dei bambini con materiale didattico, di consumo e non.

In sezione.

In biblioteca.

MATERIALI

Didattici                                                   £ 600.000

Audiovisivo e fotografico                           £ 600.000

 

 

SCUOLA DELL’INFANZIA CUPRAMONTANA

LABORATORIO MANIPOLATIVO

Su

MOTIVAZIONE

Costruire un percorso di manualità, creatività, recupero e trasformazione.

Stimolare le capacità individuali quali: riflessione, confronto, prove, verifiche.

Favorire la ricerca di soluzioni logiche.

DURATA

Tutto l’anno scolastico.

DESTINATARI

Tutti i bambini della scuola in piccoli gruppi.

RESPONSABILI

Tutte le insegnanti del plesso in orario scolastico.

OBIETTIVI

Familiarizzare con ritagli, piegature e combinazioni di forme.

Utilizzare correttamente strumenti e materiali.

Sviluppare la creatività, esplorando, manipolando con l’impiego di tutti i sensi.

Sviluppare la capacità di progettare e inventare.

Produrre trasformazioni (riciclo \ riuso).

SPAZI

Da attrezzare con l’ausilio dei bambini fornendo materiale didattico, di consumo e non.

Nel corridoio.

MATERIALI

Durevoli:Plastificatrice Rexel A3, Frullatore                           £ 500.000

Di consumo:                                                                           £ 600.000

Pouches per plastificatrice.

Materiale cartaceo di ogni genere.

Colori di ogni genere.

Colla.

Pennelli.

 

 

SCUOLA DELL'INFANZIA CUPRAMONTANA STAFFOLO

LABORATORIO PSICOMOTORIO

ASCOLTO E MI MUOVO

Su

ESIGENZE

Riproporre l'esperienza positiva degli ultimi due anni .

FINALITA’

Avviamento al gioco di gruppo per il rispetto delle regole e per la soluzione di problemi motori.

Controllo motorio per il coordinamento generale e segmentario del corpo, lateralità...

Conoscenza sensopercettiva di sé, dello spazio, degli altri.

ORGANIZZAZIONE E TEMPI

Attività specifiche a medio gruppo per 45 minuti settimanali per tutti i bambini divisi per età.

Giochi motori a piccolo e grande gruppo, anche eterogenei, negli altri momenti della settimana.

Periodo da novembre ad aprile nell’aula laboratorio al piano terra.

 

COSTI

Sussidi didattici per ogni scuola                £ 600.000 X 2

                                              totale                £ 1.200.000

 

 

SCUOLA DELL’INFANZIA - SCUOLA ELEMENTARE CUPRAMONTANA

Progetto continuita’

IL BAMBINO E IL TERRITORIO

Su

ESIGENZE E FINALITA’

Facilitare il passaggio del bambino tra i due ordini di scuola.

Favorire l’integrazione del bambino con il contesto socioculturale di appartenenza.

Avvicinare bambini di altre nazionalita’ presenti nei due ordini di scuola a momenti e tradizioni del nostro paese favorendo il loro inserimento nel nuovo ambiente .

Promuovere la collaborazione scuola – famiglia - territorio nella realizzazione di attività comuni in particolari momenti dell’anno.

 

ORGANIZZAZIONE

Incontri tra insegnanti per organizzare momenti di attività comuni all’inizio anno scolastico tra bambini di 5 anni e bambini di 1a elementare.

Attività comune per la Festa del Patrono.

Attività di progettazione e costruzione del vademecum dell’ambiente con le regole da rispettare e far rispettare per una prima alfabetizzazione ecologica.

TEMPI

Ottobre – novembre 2 incontri.

Marzo – aprile 4 incontri.

 

DESTINATARI

Bambini della scuola dell’infanzia e prima elementare.

ESPERTI DI ATTIVAZIONE

Le insegnanti con la collaborazione del gruppo folcloristico e di altre agenzie presenti nel territorio con le quali si andrà a stipulare una convenzione.

COSTI

Rimborso spese esperti                     £ 500.000

Compenso incentivante                      £ 546.840

Materiali di consumo                        £ 490.000

Totale                                                   £ 1.500.000.

 

 

SCUOLE DELL’INFANZIA DI STAFFOLO E CUPRAMONTANA

PROGETTO GENITORI 2000-2001

INSIEME PER CRESCERE

Su

Scuola di Cupramontana

"UNA CARTA MILLE CARTE PER …"

ATTIVITA'

Progettazione e costruzione di oggetti per la tombola di Natale.

Progettazione e costruzione di aquiloni per la festa di fine anno scolastico.

MATERIALI

Materiali cartacei di ogni genere.

Materiali di recupero forniti dalle famiglie e da alcune aziende presenti nel territorio.

TEMPI

8 incontri di 2,5 ore ciascuno con 3 insegnanti presenti dalle ore 8.30 alle ore con il seguente calendario:

novembre 2000         sabato 18             sabato 25

dicembre 2000          sabato 2              sabato 9

marzo 2001               sabato 17             sabato 24

aprile 2001               sabato 21              sabato 28

Per ogni incontro potranno essere presenti 3 gruppi (di 6 genitori e 6 bambini) ciascuno per un totale di 18 genitori 18 bambini e 3 insegnanti.

Si ritiene opportuna anche la presenza di un collaboratore scolastico.

 

Scuola di Staffolo

ESIGENZE – OBIETTIVI

Promuovere una maggiore comunicazione e collaborazione tra scuola, famiglia e altre agenzie del territorio.

Favorire l‘integrazione (essere gruppo) tra genitori coinvolgendoli in attività di gruppo.

Individuare competenze e risorse nelle famiglie da mettere a disposizione della comunità scolastica.

Offrire a genitori e bambini l‘opportunità di usufruire dei locali della scuola, per attività ludiche e costruttive

 

RILEVAZIONE DEI BISOGNI

Mancanza nel territorio di agenzie che promuovano iniziative di formazione per adulti.

Mancanza nel territorio di spazi ricreativi fruibili da genitori e bambini.

Scarso senso di aggregazione tra le famiglie e difficoltà di affrontare tematiche riguardanti la comunicazione, il superamento dei conflitti, la conoscenza di sé e dell' altro.

STRUMENTI DI RILEVAZIONE

Osservazione dei comportamenti, delle dinamiche relazionali di bambini e genitori.

Colloqui.

Questionari.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Incontri nella scuola tra docenti e genitori.

Incontri nella scuola con esperti (in campo pedagogico, psicologico, sociologico).

Apertura periodica della scuola in orario extrascolastico per attività di gioco, progettazione e costruzione (genitori, bambini, insegnanti).

PROFILI DEI DOCENTI E DEGLI ESPERTI

Docenti dei due plessi con pluriennale esperienza nella realtà socio – culturale in cui operano.

Esperti nelle scienze dell'educazione.

Responsabili di altre agenzie presenti nel territorio.

Genitori con competenze specifiche che contribuiscono allo sviluppo del progetto.

RISULTATI ATTESI

Maggiore attenzione ai bisogni affettivi, emotivi e relazionali dei bambini.

Maggiore collaborazione tra scuola e famiglia.

Maggiore sensibilità e coscienza verso i problemi della scuola.

Riflessione su alcuni atteggiamenti delle figure parentali nei confronti dei piccoli (permissivismo, consumismo, omologazione).

Modifica di alcuni comportamenti dei bambini: atteggiamenti più rispettosi nei confronti di adulti coetanei, luoghi, cose.

Atteggiamenti di accettazione e di cooperazione.

Rispetto di regole basilari.

PREVENTIVO COSTI

Ore aggiuntive perprogettazione, monitoraggio dei due plessi 120 ore                £ 3.645.600

Esperti                                                                                                          £ 1.000.000 circa

Materiale (libri, beni di consumo, materiale fotografico)                                     £ 520.000

Totale                                                                                                                   £ 5.165.600 circa

 

 

SCUOLA DELL'INFANZIA DI STAFFOLO E CUPRAMONTANA

PROGETTO BIBLIOTECA 2000 / 2001

Su

 

ESIGENZE E OBIETTIVI

Offrire a genitori e bambini un‘alternativa formativa che riduca il tempo passato davanti alla tv e ai videogiochi.

Aumentare l‘interesse per i libri.

Favorire il piacere di ascoltare e sviluppare la capacità di attenzione nei bambini.

Arricchire il codice linguistico.

RILEVAZIONI

Scarso interesse nella realtà socio – culturale per la lettura.

Eccessiva presenza dei mass – media nella giornata dei bambini.

Uso di un codice linguistico ristretto.

STRUMENTI DI RILEVAZIONE

Osservazioni.

Conversazioni.

Colloqui.

Questionari.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Allestimento e arricchimento della biblioteca scolastica.

Accesso a piccoli gruppi alla biblioteca della scuola.

Attivazione di prestiti librari.

Collaborazione con il sistema bibliotecario della Comunita’ Montana Esino – Frasassi.

Visita alla biblioteca comunale e alla biblioteca dei ragazzi di Iesi.

PROFILI DEI DOCENTI E DEGLI ESPERTI

Tutte le insegnanti dei due plessi.

Bibliotecario comunale.

Animatrici della biblioteca dei ragazzi di Iesi.

RISULTATI ATTESI

Maggiore richiesta di ascoltare letture (fiabe, storie, filastrocche e conte) da parte dei bambini.

Maggiore interesse e rispetto per l’oggetto libro.

Conoscenza della struttura del libro ed elementare discriminazione di alcune caratteristiche.

Aumentare i prestiti sia nella biblioteca della scuola, sia in quella comunale.

Acquisire in famiglia, l' abitudine di leggere ai bambini.

Aumentare la fantasia nei giochi, nelle espressioni grafiche e verbali.

COSTI

acquisto libri                                     £ 750.000

acquisto beni di consumo                     £ 750.000

Totale                                             £ 1.500.000

 

 

SCUOLA ELEMENTARE -SCUOLA MEDIA DI CUPRAMONTANA

PROGETTO LA BOTTEGA DELL’AFFRESCO

Su

ESIGENZE E OBIETTIVI

Recupero della manualità.

Potenziamento delle capacità percettivo-visive.

Sviluppo della creatività.

Conoscenza pratica di una tecnica pittorica del passato.

Sviluppo della scioltezza del segno e dell’immediatezza dell’espressione pittorica.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Destinatari: alunni della Scuola Elementare (VA\B) e della Scuola Media (I A-B).

Si formeranno 4 gruppi misti di V elementare e I media

TEMPI

Due mesi circa.

Fase teorica: 1 ora per ogni gruppo di lavoro.

Dimostrazione pratica: 2 ore per ciascun gruppo.

Predisposizione materiali, strumenti e supporti: 2 ore per ogni gruppo.

Ideazione soggetti, spolvero, sinopie ecc: 2 ore per ogni gruppo.

Esecuzione: 2 ore per ogni gruppo.

METODOLOGIE

Ricerca e lettura guidata di affreschi realizzati nel passato (civiltà minoica, greca, romana, paleocristiana, periodo rinascimentale).

Realizzazione di elaborati prodotti con la tecnica dell’affresco.

Valutazione e confronto delle esperienze realizzate.

PROFILI DEI DOCENTI E DEGLI ESPERTI

Risorse interne: insegnante AnnaMaria Bonci scuola elementare, insegnante Rita Uncini scuola media.

Risorse esterne: maestro Scorcelletti

PREVENTIVO COSTI

Insegnanti collaboratori:                                                                      £ 334.180

Beni durevoli e di consumo pennelli, terre, realizzazione supporti            £ 700.000

Esperto                                                                                               £ 300.000

Totale                                                                                               £ 1.334.180

 

 

SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE DI CUPRAMONTANA E STAFFOLO

PROGETTO "POESIA E CREATIVITA'"

Su

ESIGENZE

Attraverso l’osservazione si è rilevata negli alunni la tendenza a un uso stereotipato e all’omologazione del linguaggio, una limitata concentrazione, una modesta capacità di attenzione e di riflessione, una scarsa accettazione del pensiero, dei sentimenti e delle espressioni altrui.

OBIETTIVI

Potenziamento della stabilità attentiva per acquisire consapevolezza della realtà sensoriale, psichica, emotiva, ideativa, mediante attività di rilassamento.

Educare al ritmo attraverso il ritmo del respiro.

Espandere l’immaginazione attraverso la visualizzazione.

Comunicare le esperienze e produrre testi come risposta al bisogno intimo di dialogo e di confronto.

METODOLOGIA

Coordinazione comportamentale (tecniche di attenzione, di concentrazione, di visualizzazione, di memorizzazione)

Educazione sensoriale (dalla consapevolezza corporea alla consapevolezza dell’ambiente esterno)

Esplorazione dell’ambito psico-emozionale (tecniche di interiorizzazione e ascolto profondo)

Attivazione sperimentale della comunicazione simbolica (le immagini e le associazioni mentali)

Esplorazione dell’ambito immaginativo attraverso la dilatazione della fantasia

Esperienze di interrelazione e di interdipendenza tra realtà soggettiva e oggettiva

DESTINATARI

Scuola Elementare di Cupramontana : Classi V A e V B.

Scuola Media di Cupramontana : Classi I A, I B e II.

Si formeranno 2 gruppi misti di V elementare e I media e un gruppo singolo di II media.

Scuola Elementare di Staffolo : Classi V A e V B.

Scuola Media di Staffolo : Classe I A.

Si formeranno 2 gruppi misti di V elementare e I media.

RESPONSABILI

Insegnanti di lingua italiana delle Scuole Medie ed Elementari di Cupramontana e Staffolo:

Bagnarelli Giuliana, Baiocco Valentina referente, Borocci Patrizia, Flori Flora, Gasparini Luciana, Marchigiani Liliana, Paccapelo Maddalena.

Insegnante esperta: Rita Armanda Bigi Falcinelli.

TEMPI

In orario curricolare, nell’anno scolastico 2000-2001.

Il periodo preciso sarà concordato con l’esperto.

Per ogni gruppo sono previste 5 lezioni di 2 ore ciascuna, per un totale di 10 ore, per cui:

Cupramontana: 3 gruppi x 10 ore Totale h30

Staffolo: 2 gruppi x 10 ore Totale h 20

MATERIALI

Carta speciale per la realizzazione di un piccolo libro.

Cartoncino.

Toner.

Fogli per plastificatrice.

Anelli per rilegare.

COSTI

Per l’insegnante esperto                                                              £ 4.000.000

Per gli insegnanti collaboratori                                                      £ 795.500

Per il materiale                                                                             £ 300.000

Totale                                                                                                £ 5.059.000

 

VERIFICA

Produzione di testi.

Pubblicazione di piccole raccolte poetiche.

 

 

SCUOLE ELEMENTARI, MEDIE E DELL'INFANZIA DI STAFFOLO

PROGETTO CERAMICA

MANI… " IN PASTA"

Su

 

ESIGENZE

Attraverso l’osservazione dei gruppi di lavoro dei tre gradi di scuola si è riscontrato:

scarsa possibilità nella vita extrascolastica di attività manipolative e di trasformazione;

inadeguata capacità progettuale; limitato senso di collaborazione e di progettualità collettiva.

 

OBIETTIVI

Recuperare la manualità quale momento di conoscenza ed apprendimento.

Sviluppare la creatività e il piacere di fare attraverso la manipolazione.

Conoscere ed utilizzare materiali diversi dagli usuali.

Favorire e potenziare le capacità progettuali.

Sviluppare le capacità logiche e di riflessione.

Promuovere la socializzazione e lo sviluppo di comportamenti collaborativi.

Consolidare atteggiamenti e rapporti positivi e propositivi nei gruppi di lavoro.

Rispettare e valorizzare le diversità.

Favorire il passaggio da un grado di scuola all’altro.

 

ARTICOLAZIONE del PROGETTO

Il progetto prevede interventi sui vari gruppi per un totale di 80 ore (da novembre a maggio).

Si attiveranno gruppi omogenei ed eterogenei in continuità fra i vari ordini di scuola.

Parteciperanno ai laboratori i bambini della Scuola dell’Infanzia di 3 – 4 – 5 anni; i sei gruppi classe della Scuola Elementare, la classe 1^ A della Scuola Media di Staffolo.

I gruppi saranno guidati dalle insegnanti e dagli esperti del laboratorio di ceramica del Girasole.

 

METODOLOGIA

Esperienze tattili e attività di trasformazione della materia.

Progettazione e costruzione di oggetti con l’argilla.

Cottura e decorazione dei manufatti.

 

VALUTAZIONE

Osservazione diretta dei cambiamenti nell’approccio strumentale e operativa.

Osservazione dei comportamenti e delle dinamiche relazionali dei gruppi.

 

PROFILI DEI DOCENTI E DEGLI ESPERTI

Intervento di operatori esterni specializzati nella lavorazione della ceramica (cooperativa IL GIRASOLE).

L’intervento dei docenti:

- Scuola Elementare n° 6

- Scuola dell’Infanzia n°4

- Scuola Media n°2

La collaborazione con l’Amministrazione comunale per eventuale mostra finale.

Possibile interventi specialistici (insegnanti di Scuola secondaria per studio approfondito e analisi del territorio).

RESPONSABILE DEL PROGETTO

Insegnante BOROCCI Patrizia.

 

REVENTIVO COSTI

 

Materiale:

Creta, colori speciali per terracotta, piccoli attrezzi per modellare. Carta, cartoncino, pennarelli, colori acrilici, stampi, pennelli, vernici trasparenti e spray, cartucce per stampanti, toner:                

                                                                                                          £. 3.000.000

Personale impegnato in attività aggiuntive di non insegnamento:

 n° 11 docenti per un totale di ore 100.                                                 £. 3.308.000

Totale                                                                                                 £. 6.038.000

 

 

SCUOLA MEDIA DI STAFFOLO e CUPRAMONTANA

Progetto Bottega / Scuola

Su

Esperienza articolata e integrata di artigianato/scuola Laboratorio di legatoria

 

DESTINATARI

Alunni della classe seconda di Staffolo.

 

OBIETTIVI

Sviluppare le capacità creative e operative.

Saper progettare e visualizzare un manufatto.

Sviluppare la manualità nella realizzazione di un oggetto.

Educare al gusto del lavoro.

Avvicinare i giovani ai mestieri.

Acquisire le tecniche più semplici di cucitura e incollaggio.

 

TEMPI

Ore 22.

 

MATERIALI

Carta, colla e altro da concordare con il maestro artigiano.

 

RESPONSABILI ATTIVAZIONE

Prof.ri Matteucci e Sanchioni, il maestro artigiano.

 

VERIFICA

· Realizzazione di rubriche e/o testi rilegati.

 

COSTI

Finanziamento della Provincia.

 

 

Laboratorio di fotografia

Su

 

DESTINATARI

Gli alunni della terza classe di Staffolo

 

OBIETTIVI

Acquisire le prime conoscenze dei processi fotografici.

Sviluppare le capacità espressive, creative e compositive.

Acquisire la capacità di eseguire inquadrature ragionate.

Conoscere e sperimentare le modalità e i criteri della ripresa fotografica.

Conoscere un laboratorio fotografico e una fotocamera.

Utilizzare la fotografia come documento di ricerca.

 

TEMPI

Ore 23.

 

MATERIALE

Macchina fotografica, rullini, carta, colori, fogli per cartelloni.

 

RESPONSABILI ATTIVAZIONE

Prof.ri Bartelucci, Uncini e il maestro artigiano.

 

VERIFICA

Mostra degli elaborati realizzati.

 

COSTI

Finanziamento della Provincia.

 

 

PROGETTO INFORMATICA

Su

ESIGENZE E OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il progetto vuole rispondere a una forte domanda delle famiglie e degli alunni che, ritenendo l’informatica una competenza strategica per il futuro, vogliono conoscere le potenzialità delle nuove tecnologie e apprendere l’uso del personal computer.

Tali esigenze sono emerse durante gli incontri collegiali con i rappresentanti dei genitori e nel lavoro quotidiano con gli alunni.

Gli obiettivi che la scuola si propone sono:

1. avvicinare alle nuove tecnologie chi ancora non le conosce (alfabetizzazione);

2. far acquisire maggiore consapevolezza nell’uso del P.C. a chi già ne conosce l’uso (approfondimento).

 

 

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

 

Le scuole di Cupramontana e Staffolo, entrambe appartenenti all’Istituto Comprensivo di Cupramontana, si diversificano per fattori ambientali e per risorse. Per questi motivi le articolazioni dei progetti delle due realtà non saranno del tutto omogenei.

 

Articolazione del progetto nella scuola media di Cupramontana.

DESTINATARI: classi III A e III B di Cupramontana (numero totale di 34 ragazzi).

 

ESIGENZA: Il progetto si articola nella realizzazione di corsi extracurricolari facoltativi rivolti agli alunni di terza media di Cupramontana tenuto conto della forte domanda delle famiglie e dei bisogni degli alunni. Le competenze acquisite dagli alunni saranno utilizzate, nel corso dell’anno scolastico, per rendere più efficaci il recupero e il potenziamento. Una gran parte di tali attività, infatti, saranno svolte dagli insegnanti di Scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali, utilizzando il laboratorio di informatica.

 

TEMPI: in orario extracurricolare con rientro pomeridiano (giorno: giovedì).

 

PERIODO: dalla seconda quindicina di ottobre in poi.

 

MODALITA’: Gli alunni delle due classi verranno suddivisi in tre insiemi da 10-12 persone ciascuno;

Sono stati individuati un gruppo di 1° livello (alfabetizzazione informatica) e due gruppi di 2° livello (approfondimento). I gruppi verranno formati con precisione dopo aver somministrato un questionario. Ogni gruppo effettuerà diciotto ore di corso che verrà articolato in sei lezioni di tre ore ciascuna (per un totale di 54 ore complessive). I programmi dettagliati dei corsi di 1° e 2° livello verranno concordati dai docenti successivamente alla prima lezione, in funzione delle capacità effettive degli alunni coinvolti.

 

RESPONSABILI ATTIVAZIONE

L’insegnante Cinzia Alberti si occuperà del corso di primo livello e l’ins. Gilberto Marchegiani dei corsi di secondo livello.

 

COSTI

18 ore di lezione per ogni corso (totale 54 ore) e 6 ore per ogni insegnante per la progettazione, il confronto e la verifica del progetto (totale 12 ore).

 

Articolazione del progetto nella scuola di Staffolo.

DESTINATARI: classi I, II e III media di Staffolo

 

ESIGENZA: offrire una prima alfabetizzazione agli alunni della III media tenuto conto della loro forte motivazione, della richiesta da parte delle famiglie.

Proseguire le attività con gli alunni di I e II media che hanno già utilizzato nella corso della scuola elementare il laboratorio di informatica.

Si prevede la somministrazione di un questionario di indagine iniziale.

Classe III MEDIA n.26 alunni

 

I FASE

 

TEMPI: in orario scolastico (giorni probabili martedì o venerdì), 2 ore settimanali, 1 ora per gruppo

PERIODO: dalla seconda quindicina di ottobre all’ultima settimana di gennaio per un totale di 20 ore per ogni gruppo (40 complessive)

MODALITA’: la classe verrà divisa in due gruppi da 13 alunni ciascuno.

Un gruppo lavorerà nel laboratorio di informatica per un’ora e l’altro gruppo resterà in classe svolgendo attività di recupero o potenziamento; alla seconda ora i gruppi si alterneranno.

 

II FASE

 

TEMPI: in orario pomeridiano extracurriculare (probabilmente di martedì), 5 incontri di 2 ore ciascuno (10 ore)

PERIODO: aprile - maggio

MODALITA’: tutti gli alunni con la presenza di entrambe le insegnanti responsabili per realizzare attività di ricerca e preparazione di elaborati da proporre in sede di esame.

RESPONSABILI ATTIVAZIONE: Marasca Maria Paola - scuola elementare (informatica), Bartelucci Maria Rita scuola media (potenziamento –recupero).

COSTI: 12 ore per ogni insegnante (II fase) (24 complessive) e 6 ore per ogni insegnante per la progettazione, il confronto e la verifica del progetto.

 

Classi I e II MEDIA

 

TEMPI: in orario scolastico (il martedì o il venerdì o il sabato) da definire in base alle esigenze, fino ad un massimo di 2 ore settimanali per classe.

PERIODO: da definire di volta in volta

MODALITA’: da definire in base alle attività da svolgere con gruppi di massimo 14 alunni che utilizzeranno il laboratorio per ricerca, posta elettronica….

RESPONSABILI ATTIVAZIONE: Marasca Maria Paola - scuola elementare (informatica)

 Insegnanti di scuola media interessati (presumibilmente matematica, lingua italiana, lingue straniere..).

 

INDICARE I RISULTATI ATTESI

 

I risultati attesi dal corso sono:

· ogni alunno di 1° livello deve apprendere l’uso del P.C. in modo da poter produrre, formattare e salvare un documento scritto (conoscenza base di Word).

· Ogni alunno di 2° livello deve essere in grado di produrre un documento utilizzando il pacchetto Microsoft Office (Word ed Excel come minimo, più altri programmi opzionali), deve saper utilizzare correttamente periferiche input (scanner) e output (stampanti). Soprattutto deve imparare a usare il P.C. in modo consapevole, cercando di non procedere per tentativi ed errori.

Il laboratorio avrà carattere prevalentemente operativo. Verranno utilizzati i programmi più diffusi che potranno essere utili alle attività scolastiche degli alunni.

La valutazione sarà continua durante le lezioni e saranno valutati i lavori prodotti a fine corso. Ogni alunno verrà dotato di un floppy disk personale sul quale dovrà registrare ciò che produce apprendendo.

 

PROFILI DEI DOCENTI E DEGLI ESPERTI

Le risorse utilizzate sono interne alla scuola sia per il personale docente che per le dotazioni hardware e software.

I docenti coinvolti nella realizzazione del progetto sono:

1. Alberti Cinzia: docente nel gruppo di primo livello della scuola media di Cupramontana;

2. Marchegiani Gilberto: referente del progetto e docente nei gruppi di secondo livello della scuola media di Cupramontana.

3. Bartelucci M.Rita: docente per la scuola di Staffolo;

4. Marasca Paola: docente per la scuola di Staffolo.

 

PREVENTIVO DEI COSTI

 

Prospetto delle spese per il personale docente e per il materiale di consumo:

 

Ore lezione Cupramontana n° 54                                                        £ 2.929.000

Ore lezione Staffolo n° 24                                                                £ 1.302.000

Ore per progettazione e verifica progetto n. 24                                  £   729.000

Materiale di consumo (cartucce stampanti, carta, floppy, ecc..               £ 9.960.620

 

Si comunica inoltre la disponibilità a organizzare corsi per adulti (insegnanti) in orario pomeridiano da effettuarsi a pagamento da parte degli interessati. Il corso si potrebbe allargare eventualmente anche a genitori interessati (sempre a pagamento o chiedendo contributi all’amministrazione comunale, a enti, ad associazioni presenti nel territorio).

I tempi di attuazione potrebbero essere di circa 20 ore per un gruppo di massimo 12 persone ogni corso.

 

 

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI CUPRAMONTANA

PROGETTO HANDICAP

Su

La musica per stare bene

ESIGENZE

Recuperare e integrare gli alunni portatori di handicap per favorire positivi rapporti sociali e sviluppi cognitivi.

OBIETTIVI

Migliorare l’autostima.

Favorire le relazioni interpersonali.

Acquisire una maggiore motivazione ad apprendere.

Educare all’ascolto come mezzo di rilassamento.

Costruire ed usare semplici strumenti musicali;

Utilizzare gli strumenti dello strumentario Orff.

TEMPI

Due mesi; si prevede un incontro settimanale di 1 ora per ogni classe dell’Istituto Scolastico Comprensivo per un totale di 80 ore.

DESTINATARI:

1 alunno classe della Scuola Media di Cupramontana.

2 alunni classi della Scuola Media di Staffolo.

3 alunni classi della Scuola Elementare di Cupramontana.

2 alunni classi della Scuola Elementare di Staffolo.

1 alunno sezione della Scuola dell’Infanzia di Cupramontana.

I alunno sezione della Scuola dell’Infanzia di Staffolo.

RESPONSABILI

Specialista esterno esperto in materia.

Insegnanti di sostegno.

 

METODOLOGIA

Esercitazioni di ascolto, ritmica, costruzione e pratica strumentale, canto e drammatizzazione.

 

VERIFICA

L’insegnante referente Sabrina Sorana, in collaborazione con gli insegnanti di sostegno coinvolti nel progetto e l’esperto, procederà nella verifica e nella valutazione dei risultati attraverso relazioni periodiche sull’andamento delle attività.

 

COSTI

£ 14.310.000 ripartiti in:

£ 7.810.000 per l’acquisto di beni durevoli (strumentario Orff, tappeti, cuscini, stereo, audiocassette, ...).

£ 6.500.000 di compenso per la collaborazione esterna dell’esperto.

Home Su